Il progetto


Progetto Maieutiké studio SocrateMaieutiké nasce dall’esigenza di portare all’interno della propria attività libero professionale la modalità di lavoro in équipe che ha caratterizzato da sempre il nostro pensiero. Partendo dalla definizione di Lewin che “il gruppo è molto di più della somma delle sue parti”, è questo il valore aggiunto che ci caratterizza anche quando lavoriamo individualmente con la persona che ha chiesto il nostro aiuto.

Il nome Maieutiké viene dalla parola greca che indica l’arte della levatrice (maieutica), cioè quella di far nascere. Questo termine fu adottato da Socrate per definire la sua modalità di fare filosofia insieme ai suoi discepoli. Un buon maestro di filosofia e di vita è, infatti, secondo Socrate, chi riesce a scovare e far emergere le potenzialità e le capacità che il proprio discepolo ha già dentro di sé.

Questo termine è stato poi adottato da una branca della psicologia, quella Costruttivista, per significare il lavoro con cui si fa emergere ciò che il paziente ha dentro di sé. Nonostante la formazione individuale di ciascuna di noi abbia seguito strade diverse, il nostro metodo di lavoro si basa su presupposti simili cioè:

il protagonista del percorso è il paziente, poiché è l’unico a disporre di tutte le informazioni che lo riguardano, mentre il terapeuta deve svolgere un ruolo di affiancamento e supporto fornendo, attraverso le sue domande, l’opportunità di soffermarsi, come in un viaggio, su alcune parti del percorso, piuttosto che quella di cambiare il mezzo di trasporto, di fare dei pezzi a ritroso o di procedere alla scoperta di nuovi scenari. Questa visione comune ci ha spinte al lavoro insieme.


SE HAI TROVATO IL CONTENUTO INTERESSANTE CONDIVIDILO SU:

twitter icon Twitter facebook icon Facebook Google+ icon Google+